Apollo: La Lira e la Cetra
18 Novembre 2016
Il tradizionale canto natalizio
11 Dicembre 2016
Show all

Tra Arte e Musica : Quadri da un’esposizione

Ascoltare la suite “Quadri da un’esposizione” del musicista russo Modest Mussorgsky è come attraversare una Galleria d’Arte e ammirare i dipinti esposti. Questa è la sensazione provata nell’apprezzare questa suite ispirata ai quadri di Viktor Hartmann, pittore e architetto russo.

Composta da quindici brani, tra cui dieci ispirati ai quadri e cinque al “Promenade”, che rappresenta il movimento dell’osservatore da una tela all’altra, con variazioni più o meno sensibili, quasi a far risaltare i diversi stati d’animo che pervadono il compositore per il quadro appena visto.

Mussorgsky e Hartmann erano legati da un profondo sentimento di amicizia in quanto appartenenti allo stesso gruppo di intellettuali russi che aspiravano ad un’arte legata alle radici culturali della loro terra, al suo folklore e alle sue tradizioni, rifiutando le influenze straniere. Il compositore infatti fa parte dei musicisti conosciuti in Italia come il “Gruppo dei Cinque” con M. Balakirev, C. Cui, A. Borodin e N. Rimsky-Korsakov, i quali hanno dato un’influenza ed un’autorevolezza nazionalista alla musica tradizionale russa.

Nel 1873 a soli 39 anni Hartmann muore improvvisamente e nel marzo del 1874 viene allestita una mostra all’Accademia Russa delle Belle Arti di San Pietroburgo dove furono esposti circa 400 dei suoi quadri. Mussorgsky rimase molto colpito e ispirato dai disegni e acquerelli di Hartmann esposti alla mostra, alcuni appartenenti allo stesso musicista, e nel giro di poco più di un mese compose la suite per pianoforte “Quadri da un’esposizione”.

La suite Quadri da un’esposizione” è la più rilevante delle composizioni per pianoforte di Mussorgsky e uno dei più originali capolavori della letteratura musicale del secolo scorso. Scritta nel 1874, venne orchestrata successivamente da grandi compositori quali Ravel e Rimsky-Korsakov.

Credo che non ci sia accostamento più adatto, come un visitatore che osserva e ammira attentamente le opere d’arte, per evidenziare il tema della prima serata, “Tra Arte e Musica”, della rassegna concertistica “Maiori Music Festival Christmas” in cui si fonderanno l’arte degli artigiani presepiali e la musica dei giovani musicisti della Wind Ensemble.

La grande porta di Kiev risuonerà nella Chiesa di San Francesco di Maiori come un inno solenne: corni e trombe intoneranno il grandioso corale ed il tema, in crescendo, rappresentando il carattere nazionale della musica russa ed annunciando l’inaugurazione della rassegna concertistica e della mostra d’arte presepiale.

“Voglio non solo conoscere il popolo, ma del tutto affratellarmi ad esso” – M. Mussorgsky

 

Translate »