Il Festival

La città di Maiori dal 2016 ospita il Maiori Music Festival, una manifestazione culturale ed artistica che nasce dall’idea di realizzare una “Settimana della Musica” che vede protagonisti celebri musicisti, docenti, concertisti ed innumerevoli giovani talenti. In questa settimana ricca di musica e cultura i partecipanti al Festival condividono un percorso di studio e di formazione musicale intento a valorizzare, sotto la guida di musicisti professionisti di fama internazionale, le proprie qualità artistiche, musicali e culturali.

Oltre ai corsi professionali per ragazzi, un ampio spazio è dedicato anche alla formazione musicale dei bambini dai 2 anni in su attraverso i workshop ed i laboratori di musica d’insieme per i più grandi. In questo modo bambini di tutte le età possono interagire con suoni, ritmi e giochi riscoprendo il mondo della musica.

Insieme con i corsi strumentali, i ragazzi hanno l’opportunità di frequentare i corsi di musica d’insieme e laboratorio orchestrale che fruttano numerose ed importanti opportunità di crescita.

Al termine dei corsi, durante il festival, vengono organizzate serate, concerti ed eventi in cui i giovani musicisti possono esibirsi insieme con i propri maestri, dimostrare il proprio talento e sentirsi parte di una realtà artistico – culturale.

Dal convegno ai corsi, dall’orchestra ai workshop e ai laboratori per bambini, l’intento è quello di continuare a crescere e a diffondere il ricco patrimonio della musica toccando tutti i suoi aspetti.

Dal 2016 ad oggi il Maiori Music Festival ha collaborato con musicisti provenienti da diversi teatri, formazioni orchestrali e Conservatori nazionali ed internazionali quali:

  • Massimo Mazzoni, docente di sassofono del conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo;
  • Giovanni De Falco, già docente di clarinetto presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli;
  • Mauro Di Francesco, orchestrale presso la banda della Polizia di Stato italiana;
  • Alexandre Cerdà Belda, docente di basso tuba presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno;
  • Chiara Coppola, docente di flauto presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia;
  • Giuseppina Ledda, docente di flauto presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno;
  • Vincenzo Paci, primo clarinetto del Teatro “La Fenice” di Venezia;
  • Mario Ciaccio, orchestrale presso la banda della Polizia di Stato italiana;
  • Imerio Tagliaferri, docente di corno presso l’Alta Formazione Musicale “A. Peri” di Reggio Emilia;
  • Ermanno Ottaviani, seconda tromba presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma;
  • Vincent Lepape, primo trombone presso il Teatro Regio di Torino;
  • Antonio Sabetta, primo trombone presso il Teatro Olimpico di Vicenza;
  • Rosario Barbarulo, percussionista presso il Teatro “G. Verdi” di Salerno;
  • Alessandro Vuolo, cornista e docente presso l’Istituto Comprensivo di Maiori;
  • Jacob De Haan, compositore e direttore d’orchestra;
  • Paul Halwax, tubista dei Wiener Philarmoniker;
  • Marilena Gambella, pianista e musicoterapeuta;
  • Alessia Gambella, pianista e musicoterapeuta.
Translate »